Saturday, July 13
Shadow

La mia storia di sesso che ti ha dato la mia verginità

Bagikan

È comune per quelli di noi che si sono diplomati al liceo essere impegnati a cercare un posto dove andare al college. Allo stesso modo con me. Farò un test nella mia università preferita fuori città.

Un pomeriggio, all’improvviso, venne a casa mia la madre di uno dei miei compagni di classe. “Handa, vuole chiedere la zia. La zia ha saputo da Sanny che vuoi fare il test universitario la prossima settimana, vero?”

“Sì, zia.” Ho risposto.

“Hai già ordinato i biglietti del treno o dove pensi di alloggiare lì?”

“Basta, zia,”

“La zia si sta affidando a Sanny, vero? Puoi ancora ordinare i biglietti del treno e un posto dove alloggiare?”

“Più tardi chiamo Sanny, zia.”

“Per favore zia, Han…. Sanny non è mai andato da nessuna parte…”

Forse Sanny è fortunato. Posso ancora prenotargli i biglietti del treno e il soggiorno in albergo.

Prendevamo un treno di classe economica e una volta arrivati ​​a destinazione avremmo alloggiato in un albergo economico, così se non avessimo superato l’esame non avremmo perso. Ho pagato un sacco di soldi, ma non ho superato il test.

E fortunatamente, sul treno, Sanny e io abbiamo preso un posto insieme, quindi non ci siamo seduti vicini come gli altri passeggeri che avevano posti per 3 persone.

Sanny ha ricevuto molto cibo da sua madre. Naturalmente anche per me, ah… ah…

Ma ho visto che Sanny non riusciva a dormire. La sua testa si appoggiò al finestrino, poi si inclinò per un attimo a destra, mentre i 3 passeggeri seduti davanti a noi russavano.

Poi lentamente ho chiesto a Sanny. “San, non riesci a dormire, vero? Vuoi che ti abbraccio?”

Si è scoperto che Sanny voleva appoggiarsi alla mia spalla. Ho abbracciato forte le spalle di Sanny, che in quel momento indossava solo una maglietta a maniche lunghe, mentre io indossavo una giacca. Alla fine ho offerto a Sanny di sdraiarsi sulla mia coscia.

Anche lui lo vuole. Giaceva raggomitolato su una sedia. Mi sono tolto la giacca coprendole le gambe bianche e nude. “Grazie, Han.” disse Sanny, tirandomi la mano.

Ahh…..

Sospirai tra me e me con il cuore che batteva forte. E se il passeggero seduto davanti a noi si alzasse, mentre la mia mano era sul seno di Sanny? Il seno di Sanny non è molto grande, solo piccolo, perché anche il suo corpo è magro.

Non so in quale città fossero passate le ruote del treno su cui eravamo. Le ruote stridevano contro le rotaie di ferro sottostanti, mentre la carrozza dondolava su e giù.

All’improvviso Sanny si voltò, rannicchiandosi sulla sedia con la faccia rivolta verso il mio inguine e poi la sua mano attaccata al mio pene.

Ahia….

Tutte le materie che sarebbero state in prova e che avevo studiato bene mi sono volate via dalla mente.

Fortunatamente, Sanny teneva solo la parte esterna dei jeans che indossavo, ma anche quello mi faceva battere il cuore così forte che sembrava stesse per esplodere!

La mattina presto siamo arrivati ​​alla nostra città di destinazione. Ho portato Sanny su un risciò per cercare un albergo dove avremmo pernottato armato della mappa sul mio cellulare. L’autista del risciò non poteva superarmi in astuzia portandomi prima in giro per la città.

In effetti, questo è un trucco degli autisti dei risciò, se i loro passeggeri non conoscono la strada, li faranno sfilare per la città e quando arriveranno a destinazione chiederanno una tariffa aggiuntiva.

All’hotel Sanny prese una stanza al 2° piano, mentre io ero al piano terra. Soggiorneremo in questo hotel per 2 notti.

Il primo giorno non abbiamo fatto il test, ma domani mattina e dopodomani. Successivamente nel pomeriggio torneremo a casa nuovamente in treno.

Nel pomeriggio io e Sanny cercammo cibo fuori dall’albergo. Anche nel pomeriggio. Paghiamo ciascuno. Il problema è Sanny, non volevo pagarlo.

Dopo aver mangiato, Sanny mi invitò a guardare la televisione nella sua stanza, perché quella era l’unica comodità che avevamo in albergo, a parte l’aria condizionata. Hotel economico, ma abbastanza pulito.

Abbiamo guardato seduti a letto. Questo è il problema, soprattutto ieri sera sul treno, Sanny mi ha fatto battere il cuore. Ora è appoggiato comodamente sulla mia spalla. Ho abbracciato la spalla di Sanny e poi è successo questo…

Leggi Anche: Una manna con l’intenzione di sbirciare e invece di fare sesso occasionale

Le nostre labbra si baciarono. Ho perso la concentrazione mentre guardavo la televisione.

Un bacio così delizioso. Le nostre lingue si succhiavano a vicenda come se non ci fosse più alcuna differenza tra la mia saliva e quella di Sanny.

Il morbido materasso ricoperto di lenzuola bianche faceva dimenare ancora di più i nostri corpi. I nostri sussulti e il cuore in corsa ci hanno fatto dimenticare il nostro vero scopo nel venire in questa città.

Non so perché Sanny possa rendermi così. Per 3 anni al liceo non ci siamo mai interessati l’uno dell’altro, tanto meno ci siamo guardati. Ma ora Sanny è a torso nudo e io indosso solo le mutandine, la mia mano destra sta stringendo il seno sinistro di Sanny, mentre la mia mano sinistra sta stringendo il seno destro per far uscire il suo piccolo capezzolo così è facile per me succhiare.

Sanny si sente bene, si rotola. Ho anche tremato quando la mano liscia e calda di Sanny ha raggiunto le mie mutande. Ben presto il mio pene fu nella bocca di Sanny.

Non sono rimasto più in silenzio quando Sanny mi ha frustato il cazzo con la sua bocca calda e bagnata. Gli ho tolto i jeans e gli ho tolto la biancheria intima rossa.

Sanny mi ha messo il culo davanti alla faccia. È uno stupido se gli viene fornito, non vuole goderselo anche se a quel tempo il décolleté di Sanny non era profumato come i fiori di gelsomino. Ho anche leccato l’ano di Sanny.

Hmmm… Sanny mi ha spinto il pube in bocca. Vedere la sua vagina e i peli neri che ne decoravano la parte superiore ha reso il mio pene nella bocca di Sanny ancora più difficile.

Ho leccato la fessura vaginale di Sanny. Il corpo di Sanny tremò. “Oohhh… Handaaa…. oooohhhh…” gemette. “Non ne posso più, Handaa…”

Sanny sorrise dolcemente quando lo incalzai. “A quanto pare il nostro amore è sbocciato qui, tesoro…” dissi.

“Sbrigati…” ordinò. “Non è il momento di chiacchierare, da un momento all’altro potremmo essere attaccati dalla polizia…”

Oh… sì, sì…. Ho risposto nel mio cuore.

Sarà meglio che finisca il mio compito e poi chiacchieri con Sanny.

Sanny, che era già disteso sul letto, mi ha tenuto il pene, poi ne ha infilato la punta nella sua apertura vaginale bagnata.

Immediatamente ho spinto il sedere in avanti. Va bene… va bene…

“Oohh… Handaa…” sospirò Sanny.

“Malato?”

“No, il tuo è grande…”

Ciò significa che nella vagina di Sanny è entrato un piccolo pene. Haa… haa… Non dubito che Sanny non sia più vergine, ma Sanny è davvero stupido, che voglia esserlo o no. Il mio ragazzo no, il mio amante no.

Ho spinto ancora più forte il sedere. “Ohhhh…. Handaaa… prenditela con calma, per favore… Giochi in modo veramente rude…”

“Scusa, è la prima volta, non so come…” risposi.

Sanny mi baciò le labbra. “Dispiace anche a me, tesoro… sono stato troppo egoista…” rispose.

Ho baciato le labbra di Sanny mentre spingevo dentro lentamente il resto del mio pene che era ancora fuori dalla vagina di Sanny. Sanny mi abbracciò il sedere con entrambe le gambe, poi lo fece oscillare avanti e indietro.

Era bello e delizioso sentire il mio pene sfregare contro le pareti vaginali di Sanny. Poi ho iniziato a tremare anch’io. Sanny fece rotolare il mio corpo di lato, poi tirai Sanny su per il mio corpo con il pene ancora incastrato nella sua vagina, Sanny si sedette sulla mia coscia.

Con entrambe le mani appoggiate sul mio petto, Sanny alzò e abbassò le natiche. Non è come una ragazzina che si è appena diplomata e ha 19 anni, ma più come una ragazza pagata.

Ma che senso ha che io mi prenda cura della personalità di Sanny? Ho infilato il pene da sotto. Le molle del letto a dondolo aumentavano il piacere dell’ondeggiamento dei nostri genitali.

Alla fine ho scopato Sanny in posizione prona. Le lenzuola che prima erano ordinate ora sono disordinate. La stanza di Sanny puzzava della sua vagina.

Più la scuoto, più la vagina di Sanny diventa bagnata fino a sembrare cepret… ceprett…. rallegrarsi…

Circa 15 minuti dopo il mio compito era terminato. Ho bloccato Sanny che è crollata sul letto con il suo buco vaginale bagnato inondato dal mio sperma.

Fortunatamente sono riuscito comunque a finire il test quella mattina. Allo stesso modo Sanny. Mi abbracciò senza esitazione e mi baciò sulla guancia nell’atrio del campus.

Quella notte abbiamo fatto di nuovo l’amore. Allo stesso modo, la notte successiva, abbiamo fatto l’amore come se non ne avessimo mai abbastanza per 3 volte, perché domani pomeriggio lasceremo l’hotel lasciando tutti i nostri dolci ricordi nel letto dell’hotel che non ha mai commesso un errore o si è lamentato di noi.

Sanny non è mai diventata la moglie che speravo davvero fosse. La amo. Quando eravamo al college, portavo spesso Sanny nella mia pensione per continuare la nostra storia d’amore che avevamo prima in hotel.

Ma prima di finire il college, Sanny sposò un allevatore vedovo nella sua città natale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *