Saturday, July 13
Shadow

Scopando un amico del college che è bravo a fare sesso

Bagikan

Ho un conoscente della facoltà di lettere, si chiama Anggun. La sua bambina era bellissima, la sua pelle era pulita, bianca e liscia, sapendo che era una bambina proveniente da un paese straniero. Una volta andai a prendere Susanan al college per tornare a casa. Quando siamo arrivati ​​a casa di Susaan nella zona di Cempaka, mi ha invitato ad entrare perché diceva che la casa sarebbe rimasta vuota fino a domani pomeriggio.

Sono entrato e mi sono seduto sul divano del soggiorno. Dopo aver chiuso la porta d’ingresso, andò nella sua stanza per fare la doccia e cambiarsi d’abito. Non molto tempo dopo, è venuta con una maglietta e una gonna corta, portando due drink e si è seduta accanto a me.

Ancora occupato, riesco a sentire chiaramente la fragranza del suo corpo. E francamente, all’improvviso mi sono eccitato e ho iniziato a immaginare la bellezza del corpo di Anggun senza vestiti. Inconsciamente, ho guardato il suo corpo fresco e ho confuso Anggun.

“Perché Ben?”, chiese. Mi sono svegliato rapidamente dalle mie fantasticherie erotiche.
“No…, sei diverso dal solito.”
“Che altro, Ben…??”, mentre metteva una delle sue gambe sull’altra.

Eppure, le sue cosce sono così bianche. Anche la mia lussuria è aumentata. I miei pensieri erotici iniziarono di nuovo a emergere, fantasticando se avrei potuto palpare la morbidezza delle sue cosce.

“Eh…!”, disse ridendo e dandomi una pacca sulla spalla, “Cosa stai guardando, che paura!”.

posso solo sorridere,

“San, fa caldo qui, vero??”, mentre tiravo fuori un fazzoletto dalla tasca dei pantaloni.
“Sì, stai iniziando a sudare così.”

All’improvviso mi asciugò il sudore dalla fronte con un fazzoletto.

In prossimità di questo, ho avuto l’iniziativa di abbracciarlo e baciarlo. Ed è vero, Anggun era già tra le mie braccia, e le sue labbra erano già premute contro le mie. Non si dibatté affatto e iniziò a chiudere gli occhi godendosi questa pomiciata. Le sue mani cambiarono lentamente posizione per abbracciarmi il collo.

Le mie mani, che gli tenevano i fianchi, scesero lentamente fino al suo inguine e finalmente riuscii a sentire quanto fossero lisce e morbide le cosce di Anggun. L’ho sentito su e giù mentre lo stringevo un po’. Mi sentivo un po’ orgoglioso di iniziare a poter toccare parti del suo corpo piuttosto sensibili. Mentre le nostre labbra si toccavano ancora intimamente mentre i nostri occhi erano ancora chiusi. Dopo un po’ mi sentivo meno completa se sentivo solo le sue cosce.

La mia mano cominciò a sollevarsi di nuovo. Ora voglio davvero godermi le sue tette. La mia mente è andata alla deriva lontano. Lentamente ma inesorabilmente sollevai la sua maglietta per aprirla. Lei non ha rifiutato e, dopo che le ho tolto i vestiti, ho potuto vedere i suoi seni ancora ben avvolti nel reggiseno.

Le ho schiacciato di nuovo le labbra mentre portavo le mani dietro il suo corpo. Abbracciando…, e alla fine ho cercato il bottone del reggiseno per poterlo togliere. Non molto tempo dopo, il reggiseno che le copriva il seno si staccò.

E la bellezza dei suoi seni bianchi con i capezzoli brunastri cominciò ad emergere. Ah, è davvero il posto più bello in cui viaggiare con viste meravigliose in tutto il mondo. Sono ancora più entusiasta di vedere la bellezza del seno di Anggun che è stato ben mantenuto per tutto questo tempo.

Alla fine ho iniziato a toccare e stringere uno dei suoi seni e di nuovo ho schiacciato le sue piccole labbra. Il respiro di Anggun cominciò a diventare irregolare. A volte Anggun espira dal naso così velocemente che sembra che qualcuno stia sospirando. Permettimi con grazia di godermi il suo corpo. La sua lussuria era quasi insopportabile.

Quando mi sono sdraiato sul divano e la mia bocca era pronta a schiacciarle i capezzoli, Anggun mi ha rifiutato, dicendo: “Ben, non restare qui…, solo nella mia stanza!”, ha chiesto e poi si è alzata, ha preso alzò la maglietta e il reggiseno sul pavimento e si diresse verso la sua camera da letto. Lo seguii da dietro mentre mi toglievo la camicia e mi sbottonavo i pantaloni.

Non appena la porta fu chiusa e bloccata, abbracciai immediatamente Anggun che era a torso nudo e baciai di nuovo le sue piccole labbra e poi sentii il suo corpo mentre si appoggiava al muro della sua stanza. Col tempo, le mie carezze iniziarono a spostarsi sul suo lungo collo e a solleticarle dietro le orecchie. Anggun cominciò a gemere, segno che la sua lussuria stava peggiorando.

Sono rimasto così colpito dal corpo di Anggun che non ci è voluto molto prima che le mie mani si abbassassero e iniziassero a toccare e stringere le sue natiche che erano così carnose. Anggun iniziò a gemere divertito. Soprattutto quando ho abbassato i miei baci ulteriormente sulla zona del suo petto, e verso la cima delle colline gemelle che pendevano dal petto di Anggun.

In una posizione leggermente accovacciata e con le mani che le tenevano i fianchi, ho iniziato a mordere i capezzoli di Anggun uno per uno, cosa che a volte faceva contorcere Anggun dal divertimento, e occasionalmente gemeva di divertimento. Ho leccato, morso, succhiato e succhiato i capezzoli di Anggun, finché Anggun non ha iniziato a indebolirsi. La sua mano che era appoggiata al muro della stanza cominciò ad allentarsi.

Lentamente le mie mani toccarono di nuovo le sue cosce e il tocco cominciò a spostarsi verso l’inguine. E ho agganciato alcune delle mie dita alle sue mutandine e, “Srreet!”, le mutandine di Anggun si sono tolte. Le ho toccato il culo, era così liscio ed elastico, elastico come il suo seno.

E quando il mio tocco successivo quasi raggiunse la zona inguinale…, all’improvviso: “Ben, andiamo a letto…! Sono stanco di stare in piedi.” Prima di voltarsi, Anggun ha fatto scivolare la sua minigonna davanti a me e ha sorriso dolcemente guardandomi. Wow, quel sorriso… mi fa venire voglia di confrontarmi velocemente con lui. Inoltre, Anggun sorrideva nudo.

Anggun mi si è avvicinato e le sue mani mi hanno tolto agilmente i pantaloni e la biancheria intima fino a quando non era l’unica nuda nella sua stanza. Il mio pube teso si è indurito, indicando che ero pronto a combattere in qualsiasi momento. Aspetta solo che si accenda la luce verde.

Poi Anggun mi prese la mano, mi prese e mi trascinò nel suo letto. Arrivato al bordo del letto, Anggun si voltò e mi fece cenno di restare in piedi e poi Anggun si sedette sul lato del letto.

Oh, Anggun mi ha succhiato il cazzo avidamente. Pazzo, poi mi ha morso delicatamente, leccato e succhiato i miei genitali senza la minima pausa. La sua testa andava avanti e indietro succhiandomi i genitali finché non fu chiaro quanto fossero gonfie le sue guance.

Leggi anche: Scopare un amico che conosci solo da un giorno

Ho cercato disperatamente di trattenere l’eiaculazione che sentivo per poter tenere il passo con il gioco. A volte gemevo di piacere quando Anggun usava alcune delle sue mosse definitive per succhiarmi i genitali. Wow, quanto è delizioso toccare il midollo.

Erano passati 15 minuti da quando Anggun mi stava succhiando il pene, poi ha staccato la bocca dal mio pene e si è sdraiata sulla schiena sul letto. Capisco cosa significa Anggun. Mi ha chiesto di sostituire quello attivo. Immediatamente mi sono sdraiato sul suo corpo e ho iniziato a baciarla di nuovo per un po’, e ho iniziato a spostare di nuovo le carezze sul suo seno, poi sono scesa di nuovo cercando qualcosa di nuovo nella zona dell’inguine.

Anggun capisce cosa intendo. Immediatamente aprì e allargò le cosce, permettendomi di seppellire il viso attorno alle labbra della sua figa. Le ho avvolto entrambe le mani attorno alle cosce e ho aperto le sue labbra vaginali che erano già rosse e bagnate.

Oh, a quanto pare quando faceva la doccia era stata pulita e insaponata bene, quindi la sua vagina aveva un buon odore. Inoltre, secondo la sua confessione, aveva precedentemente bevuto una miscela di fragranze vaginali. Senza perdere altro tempo, ho tirato fuori la lingua per leccarle le labbra della figa e il suo clitoride eretto sporgeva.

Wow, Anggun sta andando alla grande. Il suo corpo tremava violentemente. I suoi gemiti iniziarono a diventare più forti. I suoi occhi si chiusero, sentendo il divertimento e il piacere della mia lingua che danzava nel suo buco sessuale. A volte Anggun gemeva, gemeva, emetteva persino un piccolo grido, godendosi il solletico della mia lingua.

Inoltre, quando ho infilato la lingua più in profondità nella sua vagina mentre la spostavo sul suo clitoride. E le mie labbra hanno schiacciato le sue labbra vaginali come se qualcuno stesse baciando. La sua vagina cominciò a pulsare violentemente, il suo naso cominciò ad allargarsi, e finalmente…

“Ben…, ohh…, Ben…, ecco…, fottimi Ben!”, Anggun iniziò a implorarmi di scoparla immediatamente. Mi sono alzato dalla sua zona inguinale e ho iniziato a posizionarmi sopra il suo corpo e a sdraiarmi sopra di lei mentre introducevo lentamente il mio pene nella sua vagina.

E alla fine ho pompato la vagina di Anggun, che era ancora vergine, lentamente e virilmente. È ancora stretto, ma la stretta del buco mi rende ancora più curioso e dipendente. Alla fine ho raggiunto la posizione più profonda, poi lentamente ho tirato di nuovo. Lentamente e col tempo accelero il movimento. Poi ho provato una posizione dopo l’altra con il supporto di Anggun.

Non sapevo più dove fossi. Sì, lo so, è tutto molto bello. Mi sentivo come se stessi volando alto con Anggun. Quello che so è che l’ultima volta il mio corpo e quello di Anggun hanno avuto convulsioni violente. Il sudore inzuppava il mio corpo e il suo corpo.

I nostri respiri si bloccarono. Ho sentito qualcosa che sgorgava forte dai miei genitali mentre il mio pene era ancora al caldo del foro sessuale di Anggun. Dopo non so cos’altro.

Prima di addormentarmi ho avuto il tempo di guardare l’orologio. Alamak!, due ore e mezza. Quando mi sono svegliato il giorno dopo, Anggun era ancora profondamente addormentata accanto a me, ancora nuda e il suo corpo era ancora bello come prima che facessi sesso con lei. Mentre lo guardavo, nel mio cuore ho detto: “Finalmente posso dare sfogo alla lussuria che ho nutrito per tutto questo tempo”.

“Grazie mille, San…, se non fossi lì, non so dove porterei la mia lussuria,” lo baciai sulla fronte, poi mi vestii immediatamente e mi preparai a lasciare la casa di Anggun dopo aver guardato all’orologio sul suo tavolo, ricordandomi che la sua famiglia sarebbe arrivata presto. Non voglio essere sorpresa di nuovo in modo ridicolo, nuda, da sola con lui. Inoltre, sulle lenzuola c’erano ancora macchie di sangue vergine.

L’ho svegliato e gli ho detto che la prossima volta avremmo dovuto suonare nella mia villa, a Bogor, perché è più sicura e più libera. FINE

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *